skip to Main Content
Posizionamento Motori Di Ricerca Del Sito Web

Posizionamento motori di ricerca del sito web

Il posizionamento sui motori di ricerca è molto importante perchè internet viene utilizzato tutti i giorni e chiunque può trovare ciò che cerca. Questo processo lo si fà adoperando tre tipi di query:

• Le ricerche di tipo informazionale

• Le ricerche di tipo navigazionali

• Le ricerche di tipo transazionali

A livello SEO, le query più utilizzate sono quelle di tipo Transazionali, attraverso le quali l’utente chiede consigli per ottenere una navigazione più semplice(ad esempio, come effettuare un acquisto).

È estremamente importante ottenere una buona posizione e un’ elevata visibilità del proprio sito web sui motori di ricerca, per riuscire a concretizzare il guadagno.

Nei siti di vendita online, ad esempio, se posizionata una giusta query di tipo transazionale, si riuscirà ad ottenere una buona visibilità e (attraverso la validità del sito ed un e-commerce funzionale) un buon guadagno. Il buon posizionamento del sito sui motori di ricerca gratis diviene complicato, in quanto la chiave transazionale risulta molto spesso competitiva e concorrenziale.

Bisogna in alcuni casi riservare un budget per promuovere il proprio sito, evitando di utilizzare le cosiddette chiavi di ricerca long tail.

POSIZIONAMENTO MOTORI DI RICERCA

 

Per raggiungere l’ obiettivo di un buon posizionamento su Google di un sito web, se non addirittura in prima pagina, è necessario munirsi di grande pazienza e far sì che questo perduri nel tempo. Vengono però commessi molti errori che compromettono il posizionamento sulla prima pagina di Google. Ad esempio:

• Test brevi non adatti all’ utente

• Struttura del sito caotica

• Utilizzo https, contenuti misti

• Contenuti duplicati

• Negative SEO e presenza di backlink riconducibili a Spam

• Bassa qualità di ottimizzazione SEO on site(URL troppo lunghe)

È bene dunque, all’ inizio di un’ attività SEO, fare un SEO Audit capace di mettere in evidenza le varie opzioni su cui fare riferimento.

MONITORARE LA VISIBILITA’ SU GOOGLE

Dopo aver valutato ogni tipo di errore commesso e aver reso migliori i tempi di caricamento del sito, bisogna ora occuparsi della visibilità del sito stesso su Google.

Uno strumento che fornisce un grande aiuto in questa circostanza, è il Search Console (report di analisi delle ricerche). Quest’ ultimo permette di adocchiare le cosiddette Keyword in modo da rendere visibile il sito web su Google.

In altro modo si può stilare una lista delle Keyword che si vogliono posizionare considerando che esse debbano risultare di bassa competitività.

Inoltre è bene che siano specifiche così da evitare chiavi di senso generico e che risultino difficili da posizionare. Altro strumento necessario per la verifica di quanto detto è Google Adwords che ha l’ obiettivo di trovare le parole chiave più importanti e più adatte in merito alla tematica del sito.

PASSI DA COMPIERE PER IL POSIZIONAMENTO SEO SU GOOGLE

L’ ottimizzazione onsite non sempre garantisce un buon posizionamento su Google. Dal momento che la competizione abbraccia diversi settori, bisogna prendere in considerazione tecniche di link building e digital PR per farsi strada tra i primi posti scalando la SERP.

Da questo momento in poi il processo risulta in fase di crescita per cui è importante utilizzare uno strumento di verifica del posizionamento (gratuito o a pagamento) per osservare e salvaguardare i movimenti e i backlink ottenuti.

A tal proposito è fondamentale valutare la qualità dei backlink (attraverso lo strumento di Disavow di Google) poichè sorge il pericolo di link sospetti o di spam.

Secondo Google ogni sito web ha un proprio valore che viene inviato, tramite link, ad un sito in collegamento.

Ragion per cui il digital PR fornisce un link building di qualità. Questo permette di ottenere link a tema da altri siti in modo da raggiungere il valore desiderato da Google e migliorare la SEO e il posizionamento organico del proprio sito web.

Google AdWords permette di essere maggiormente visibili sul motore di ricerca e quindi ottenere un posizionamento organico. Naturalmente ciò comporta una spesa che si protrae nel tempo e che potrebbe aumentare all’ aumentare della competizione tra i diversi settori. A differenza di ciò il posizionamento SEO prevede un investimento iniziale e duraturo che verrà contraccambiato. Possiamo sintetizzare il tutto affermando che, per mantenere invariato il posizionamento ottenuto, è necessario valutare la qualità di link in entrata, creare contenuti di qualità, mantenere il sito in ordine, effettuare periodicamente un SEO Audit correggendo gli errori.

Back To Top